238
La sua carta d'identità dice che ha 24 anni, ma a ripensare un po' alla carriera di Renato Sanches, sembra che di anni ne abbia già vissuti molti di più. C'è stato il Renato che, giovanissimo, con la maglia del Benfica e quella del Portogallo aveva incantato tutti conquistando l'Europeo 2016. Tutti, ma soprattutto il Bayern Monaco, che spese 35 milioni di euro più 45 di bonus, che avrebbero potuto portare il totale di questa operazione a 80 milioni. C'è stato poi quello che non riuscì ad adattarsi in Germania e quindi fu additato come flop, prima del prestito allo Swansea e della cessione al Lille, squadra dove invece è rinato ed è tornato a giocare a livelli altissimi.

L'ITALIA CHIAMA - Ora, dopo aver conquistato la Ligue 1 ed essere tornato a giocare in Champions League, il centrocampista portoghese è tornato a essere un uomo molto cercato sul mercato. Anche dall'Italia, visto che Milan e Juventus si sono interessate a lui e stanno ragionando sulla possibilità di portarlo in Serie A a partire dalla prossima estate, anche se riuscire a convincere tutte le parti in causa, Lille e - soprattuto - il suo agente Jorge Mendes, non sarà semplice.
TRA MILAN E JUVE - I rossoneri partono avanti in questa corsa, sia perché si sono mossi con anticipo rispetto ai bianconeri, sia per i rapporti che hanno con il Lille. Un'intesa di massima tra i due club è stata trovata nei mesi scorsi per il trasferimento di Sanches, mentre non c'è ancora quella con Mendes, non un interlocutore semplice con cui parlare durante una trattativa. La Juve non si è ancora portata così avanti, non è arrivata a chiedere informazioni sul giocatore ma sta valutando molto attentamente, vista la volontà di regalare un centrocampista con le caratteristiche del classe '97 a Massimiliano Allegri per la prossima stagione. La valutazione è sui 30 milioni di euro totali, chi vuole partecipare all'asta è avvisato.