8
La buonanotte sono Mario, Rosa Maria e tutti i giovani carabinieri.

"Forse possiamo cambiarla ma è l’unica che c’è 
questa vita di stracci, di sorrisi e di mezze parole 
tutti vestiti di vento a inseguirci nel sole 
tutti aggrappati a un filo e non sappiamo dove 

Minchia signor tenente 
che siamo usciti dalla centrale 
e in costante contatto radio abbiamo preso la provinciale 
Minchia signor tenente 
faceva un caldo che si bruciava, c’era l’asfalto che tremolava 
e che sbiadiva tutto lo sfondo 
Ed è così che tutti sudati abbiamo saputo di quel fattaccio 
Di ragazzi morti ammazzati gettati in aria come uno straccio 

Minchia signor tenente 
siamo qui con queste divise che tante volte ci vanno strette 
e siamo stanchi di sopportare quel che succede in questo Paese 
dove ci tocca farci ammazzare per poco più di un milione al mese 
la voce in radio ci fa tremare che di coraggio ne abbiamo tanto 
ma qui diventa sempre più dura quando ci tocca di fare i conti 
con il coraggio della paura 
se poi c’è una chiamata urgente si prende su e ci si va lo stesso 
e scusi tanto se non è niente 
Minchia signor tenente". 

Grazie Giorgio Faletti! Da cinque anni ci manchi tanto. Tu, la tua voce e il tuo sorriso. 
Buonanotte e fate sogni colorati. 

Ascolta "Minchia signor Faletti, quanto ci manca la tua voce" su Spreaker.