135
Gentile Procuratore,

sono un ex calciatore professionista di basso livello, avendo giocato solo nella vecchia serie C 2. Ero il classico "terzinaccio" tutta gamba e cattiveria che cercava di non far passare nulla, ma che oltre al centrocampo era meglio non andare! Non sarò ricordato per tecnica e classe di sicuro, però il mio lavoro lo sapevo fare egregiamente in un calcio dove esisteva il catenaccio all'italiana e poco si pretendeva dai terzini che giocavano nelle categorie più basse. Oggi il calcio è cambiato visibilmente tanto che i "terzini" sono stati sostituiti dai più quotati, almeno terminologicamente, difensori laterali sx o dx con attitudini a saltare l'uomo e a diventare esterni alti, di destra o di sinistra con piede invertito o meno. 

Arrivo al punto: Cancelo è il classico terzino moderno con classe eccelsa che forse fa meglio in attacco che in difesa, ma non ne può essere messo in dubbio il grande valore tecnico. 

Eppure, da quello che si legge sui giornali e sul web, Cancelo non rientrerebbe clamorosamente nei piani della Juventus...

La mia domanda è questa: Mendes dovrebbe fare il braccio di ferro con la Juventus perchè il suo assistito rimanga alla Juve (visto che questa è la volontà del calciatore) oppure deve lavorare con la Juve per vendere il giocatore in UK e far fare cassa alla società bianconera? 

Alessandro di Torino





Gent,mo Alessandro,

le argomentazioni da Lei poste sono entrambe interessanti.

Sotto il profilo tecnico mi permetto di rispondere che il calciatore è certamente un "terzino" moderno che ama saltare l'uomo ed è dotato di eccellenti tempi di gioco. In difesa, come da più parti evidenziato, non sempre è risultato impeccabile e sicuro negli interventi sugli attaccanti avversari: proprio qui è rintracciabile la ragione per cui il calciatore potrebbe non rientrare più nei progetti bianconeri, non garantendo piena sicurezza al reparto difensivo.

Sotto il profilo delle strategie di mercato, Mendes deve sì ascoltare la volontà del calciatore (di restare alla Juventus), ma non può neppure chiudere la porta agli interessamenti da parte di altre blasonate società disposte a tutto pur di acquisire il cartellino del giocatore. Mendes, se saprà gestire al meglio tutte le parti coinvolte (giocatore, Juventus e società di destinazione), potrà trarne importanti ritorni, non solo economici. Cancelo giocherà dove lo vogliono e lo pagheranno di più, la Juventus incasserà freschi milioni di euro da reinvestire ancora sul mercato (Eriksen?) e la nuova società (inglese?) avrà un campione in più da schierare in campo! 

E Mendes?

Sarà ringraziato, a cose fatte, da tutte le parti coinvolte
non con una stretta di mano, ma con ingenti bonifici bancari!


Ma ora passo la palla agli utenti di calciomercato.com: secondo voi Cancelo deve restare alla Juve oppure è meglio che sia venduto? Per scrivere all'Avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it