333
In un modo o nell'altro, piaccia o non piaccia, la Juve sta voltando pagina. Il monte ingaggi dopo la partenza di Cristiano Ronaldo è stato notevolmente abbassato. Pure l'età media è scesa sensibilmente, ora è inferiore ai 27 anni. Il mercato è quello che è, inutile negarlo, per qualità ed esperienza pure la rosa è stata ridimensionata. Bloccata come è stata da tutte quelle cessioni impossibili, per questioni economiche o di motivazione dei giocatori interessati, quindi pure i colpi in entrata si son dovuti ridurre a Manuel Locatelli, Kaio Jorge e Moise Kean. Poi bisognerà vedere cosa capiterà strada facendo, tanti i giocatori che anche di ritorno dal prestito non hanno trovato sistemazione, ma in tutto questo alcuni contratti si avvicinano alla scadenza. E nel fare sfumare ogni ipotesi di rinforzo immediato, la Juve ha comunque iniziato a guardare al futuro. Cominciando a programmare una campagna acquisti di tutt'altro tenore come quella della prossima stagione. Con almeno un grande obiettivo dichiarato: Dusan Vlahovic.
SI COMINCIA – Nel caso in cui fossero state le condizioni, in realtà, la Juve avrebbe provato portarlo a Torino già in questa stagione. Ma per la Fiorentina è stato sempre incedibile nonostante il rinnovo di contratto non sia ancora arrivato, la Juve poi non ha avuto quella forza di fuoco necessaria per far cambiare idea a Rocco Commisso. Però il lavoro ai fianchi è già cominciato. In queste settimane i contatti con Fali Ramadani sono stati continui, si è parlato a lungo e fino all'ultimo giorno di Miralem Pjanic, anche di Nikola Milenkovic. È però Vlahovic il bersaglio grosso che il club bianconero vuole riuscire a centrare. Le intenzioni della Juve sono chiare, alla corsa per il centravanti viola voglio consolidare una posizione di vantaggio, per capire modi e costi ci sarà tempo.