Commenta per primo

 

«La partita Inter-Napoli è stata completamente rovinata dall'arbitraggio. In un colpo solo ha fatto tre errori: ha sanzionato un fallo che in area non viene sanzionato, ha assegnato un rigore che non c'era ed ha assegnato un gol su un rigore che andava ripetuto. Ma non è solo questo anche il primo fallo di Obi incredibile. Ad ogni modo nessuno ha sminuito la prestazione del Napoli». 
 
Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, noto tifoso interista, commenta a 'La Politica nel Pallone - su Gr Parlamento' la sconfitta dell'Inter per 3-0a San Siro con il Napoli e le polemiche sull'arbitraggio di Rocchi. Nessun collegamento alle polemiche sullo scudetto 2006. «Il sospetto viene, ma assolvo tutti dal dolo specifico c'è solo dolo generico...», aggiunge La Russa, secondo il quale era «sbagliata la designazione di Rocchi». «Una scelta sbagliata e mi auguro che non lo scelgano più per l'Inter, ma non per sempre, per i prossimi 20-30 anni...». Il Ministro ha parlato anche del campionato che vede Udinese e Juventus in testa. «Non vedo squadre che uccidono il campionato. La Juve è una buona squadra ma non può uccidere campionato. Un'Inter normale potrebbe benissimo competere fino alla fine, bisogna vedere come assorbiamo questa sconfitta». Il Ministro di origine catanese alla ripresa del campionato, dopo la sosta, non sarà a Catania che ospiterà l'Inter. «Catania-Inter alla ripresa? Non ci vado, l'Inter ha bisogno di vincere, non me la sento, sarò a Washington».