295
Lautaro chiama, l'Inter risponde. Ma i problemi societari di Suning rinviano la firma dell'attaccante argentino sul rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2023. Arrivato nel 2018 dal Racing Club di Avellaneda per 25 milioni di euro bonus compresi, ora El Toro vale almeno il triplo. E nel frattempo si è triplicato pure il suo ingaggio, salito da 1 a 3 milioni di euro netti a stagione, com'era già previsto nell'accordo iniziale. 
 
 


Ora i dirigenti nerazzurri hanno gettato le basi con il suo agente per prolungare l'intesa fino al 2024 con un aumento di stipendio fino a 4,5 milioni di euro netti all'anno. Possibilmente togliendo quella clausola rescissoria da 111 milioni di euro (esercitabile soltanto per il mercato estero nelle prime due settimane di luglio) che aveva attirato l'interesse del Barcellona. Sirene che adesso non attirano più Lautaro, pronto a legare il proprio futuro all'Inter. Suning permettendo.