8
Antonio Candreva e la Lazio: una storia destinata a concludersi a fine stagione? Forse ma non è detta l’ultima. Partiamo dal principio: il giocatore è a metà tra Lazio e Udinese e sia da una parte, quella biancoceleste, che dall’altra, quella friulana, sono convinti della buona riuscita dell’acquisizione da parte di Lotito dell’intero cartellino. Il ds bianconero Giaretta ha spesso detto che non ci saranno problemi e Tare è tranquillo. 

L'ACCORDO DI MASSIMA FRA LAZIO E UDINESE C'E' - Ma come stanno realmente le cose? Un’accordo di massima c’è, le due società non hanno nessuno interesse ad andare alla buste per risolvere la comproprietà ma secondo indiscrezioni esclusive raccolte da calciomercato.com le parti non sono ancora vicinissime. Il prezzo del giocatore nel corso di questi due anni è lievitato, lo sa Lotito che lo valuta intorno ai 7 milioni e lo sa l’Udinese che invece lo valuta circa 9. La differenza al momento è vicina ai due milioni di euro e questo alla lunga potrebbe creare qualche problema ma non quello prioritario anche se Pozzo, che sta gestendo con il patron biancoceleste la trattativa, è un osso duro. Tra meno di due mesi arriverà la decisione perché la dead line è il 24 maggio.

IL PROBLEMA E' LA VOLONTA' DI CANDREVA: COSA VUOLE? LAZIO, JUVE O PREMIER? - Il problema reale risulta invece essere quello che vuole il giocatore. Il contratto era stato adeguato ad ottobre scorso per 5 anni con la promessa che a comproprietà risolta si sarebbe discusso ancora. 'Antonio Candreva e la Lazio ancora insieme per 5 anni. Il futuro è tutto da scrivere' con questo tweet la Lazio festeggiava l’accordo trovato ma forse la frase più importante era proprio l’ultima, quella in cui si parla di 'futuro tutto da scrivere’, mai pensiero fu più azzeccato. La Nazionale prima da spettatore poi da titolare e gli occhi puntati su di lui in Italia (la Juventus lo rivorrebbe) e dall’Inghilterra. Sì, da Oltremanica l’interesse è reale, vero come non mai soprattutto nelle ultime settimane, da quando il Liverpool ci ha messo gli occhi sopra, l’Arsenal già da un po’ ma anche altri club inglesi di prima fascia tipo il Manchester United guardano al numero 87 con un certo interesse. Lui vacilla perché nella Lazio si trova bene ma sa che è limitata la crescita e la possibilità di vincere. 
CANDREVA CHIEDE GARANZIE TECNICHE ED ECONOMICHE - Cosa comporta tutto questo? In campo si danna l’anima ma spesso eccede in azioni solitarie e qualcuno glie l’ha fatto notare. Candreva vuole crescere, si sente ed è un giocatore importante e questa maglia inizia a sentirla un po’ stretta, secondo le indiscrezioni da noi raccolte, vorrebbe degli stimoli maggiori, vorrebbe avere la certezza che ci sono margini di crescita perché a suo avviso un giocatore come lui ed anche altri suoi compagni dovrebbero lottare per piazzamenti più alti. A Roma è contento, è la sua città ed il rapporto con i tifosi con il passare del tempo e dopo le difficoltà avute all’inizio, è migliorato tanto ed è addirittura diventato un beniamino dei laziali. Però le sirene della Juve e quelle della Premier, degli scudetti e della Champions hanno un canto soave: 'che i giocatori adescano e li portan via dalla Lazio’.

Una cosa è certa, la Lazio vuole tenere Candreva, il giocatore però vuole delle garanzie sia tecniche che economiche per restare, questo è il calcio che nessuno si scandalizzi... Intanto Andrea Moretti smentisce che il giocatore abbia chiesto la cessione: 'La notizia è falsa - ha dichiarato al Corriere della Sera - lui sta bene a Roma'.