Commenta per primo
Terminata la rifinitura della Lazio in ottica Lokomotiv Mosca. Sarà un fine settimana senza sosta per i biancocelesti. Nel pomeriggio (alle 15:00) partiranno alla volta della Russia. Dopo il match di domani il gruppo squadra dormirà a Mosca per ripartire in mattinata alla volta della capitale. Poi un allenamento e mezzo nel Lazio Training Center e infine la partenza alla volta di Napoli. Quattro giorno no-stop nei quali al di là delle giustificazioni mister Sarri pretenderà il massimo dai suoi calciatori.

Il tecnico biancoceleste ha diretto la seduta mattutina dalle 10:30 con i primi 15 minuti aperti ai media. Torello, rapidità e infine prove tattiche. Rispetto a ieri recuperato anche Pedro, bloccato due giorni da alcuni dolori alla schiena. Al momento l’unico indisponibile resta Marusic. Il montenegrino è ancora bloccato dal Covid in Serbia. Oggi effettuerà un nuovo test molecolare. Sarri spera di averlo di nuovo a disposizione al più presto.
LE PROVE - Tornando a ciò che ha detto il campo, nel 4-3-3 biancoceleste Strakosha tornerà tra i pali. Davanti al portiere albanese si procede verso la conferma dei 4 difensori visto contro la Juventus. Perciò Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi e Hysaj. A centrocampo credono nel ritorno dal 1’ Leiva e Basic. L’altra posizione se la contendono Luis Alberto e Milinkovic, col Mago leggermente in vantaggio sul Sergente. Infine, con gli ottimi riscontri odierni (e dopo quelli di ieri) Immobile dovrebbe tornare dal 1’. Ai lati di Ciro largo a Felipe Anderson e Zaccagni. Piccolo problema per Raul Moro, rientrato anzitempo negli spogliatoi stamani per una botta al ginocchio destro.

Probabile formazione:
Lazio (4-3-3)
: Strakosha; Lazzari, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Luis Alberto, Leiva, Basic; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.
A disp.: Reina, Moretti, Patric, Radu, Akpa Akpro, Milinkovic, Escalante, Cataldi, Romero, Pedro, Muriqi, Raul Moro. All.: Sarri.