Commenta per primo
Keita Baldè Diao, un ragazzino terribile che ha bisogno di esplodere. La miccia è accesa ma sembra avere ogni tanto qualche stop non dipeso da lei però. Il numero 14 biancoceleste dopo la cessione di Hernanes avrebbe potuto avere un numero maggiore di opportunità, alcune le ha sfruttate bene, altre un po' meno ma il rientro di Mauri ha messo in ombra il talentino spagnolo. 
Keita ora come ora è uno dei pochi giocatori che possono dare qualcosa in più alla Lazio, sia in termini di velocità che di fantasia, ha le giocate che mancano a Mauri, che ha preso il suo posto o di Lulic che staziona più o meno in quella zona di campo in base al modulo. 
'Mauri lo devo recuperare' ha detto Reja, ed è anche giusto che sia così, ma perché a discapito della Lazio? Al momento il giocatore non è al meglio a causa della lunga inattività e si vede. La Lazio invece avrebbe bisogno di dinamismo, presenza e perché no, un po' di incoscienza insomma, tutto ciò che ha Keita. Prescindendo dall'affetto che il tifoso può avere per Mauri, ma è davvero conveniente far giocare un giocatore fermo da un anno, in scadenza di contratto e con un rinnovo non troppo scontato?
Senza nulla togliere all'importanza del numero '6', per quello che ha dato negli anni precedenti in termini di assist ed anche con qualche gol, a cosa serve preferirlo al ragazzino terribile. Ora come ora dovrebbe partire Keita titolare ed essere sostituito in corso d'opera, semmai ce ne fosse bisogno, da Mauri così ritroverebbe il ritmo partita gradualmente e magari riuscirebbe ad essere più utile alla causa biancoceleste.