Commenta per primo

'Il Milan in questo momento è la squadra più in forma, perché ha maggiore autostima, e quindi la Lazio venerdì scorso, non potendo peraltro contare su Mauri e Klose che sappiamo quanto siano importanti per gli equilibri della squadra di Petkovic, ha pagato dazio. Poi con l'espulsione di Candreva e il momento no di Konko ed Hernanes, si può dire che la Lazio ha regalato cinque uomini ai rossoneri. I biancocelesti comunque hanno il dovere di provare fino in fondo a lottare per tutti gli obiettivi prefissati, fra cui il terzo posto, che da anni non viene raggiunto per un soffio. Petkovic? Ha dato mentalità e identità. Ha fatto giocare sempre i migliori, e forse questo ha fatto si che certi giocatori divenissero usurati. A Palermo ha sbagliato partita, volendo gestire la gara, mentre la Lazio come impostazione mentale deve sempre essere propositiva'. Così l'ex centrocampista biancoceleste Roberto Rambaudi, ospite ai microfoni di Radio Toscana.

'Jovetic e Ljajic potrebbero molto dare fastidio alla difesa della Lazio - afferma Rambaudi, anticipando i temi della gara contro la Fiorentina di domenica -. Montella cerca sempre giocatori offensivi che non diano punti di riferimento, con due esterni che si allargano molto, quindi penso ad una Fiorentina molto offensiva all'Olimpico. L'assenza di Aquilani? Migliaccio, Borja Valero e Pizarro mi sembrano comunque un buon trio. Il primo dà esperienza e qualità, il secondo ha grandi capacità tecniche, lo spagnolo è il migliore come forma fisica, perché unisce tecnica e dinamismo. Il Napoli? Non credo ad un crollo in classifica dei partenopei, anche se molto dipenderà da quanti gol farà da qui a fine stagione Cavani'.