Commenta per primo
Pur provenendo dalla squadra Primavera, per l'allenatore in seconda della Lazio Alberto Bollini l'Europa League non è una dimensione completamente nuova. La Gazzetta dello Sport ricorda infatti come fu lui, il 22 febbraio 2012, alla vigilia dell'incontro di ritorno contro l'Atletico Madrid, a prendere temporaneamente in mano la formazione biancoceleste nelle ore che seguireno le dimissioni, poi ritirate poco dopo, di Edy Reja. I due stasera affronteranno il Ludogorets l'uno di fianco all'altro in panchina.