96
La telenovela tra Luis Alberto e la Lazio sarà uno dei temi più caldi del prossimo mercato di gennaio. Le parole di Miguel Alfaro - uno degli agenti della You First, che cura gli interessi dello spagnolo - sembravano porre fine alla storia d'amore tra il giocatore iberico e la società biancoceleste. Una partenza a gennaio era data per scontata e ora sull'argomento è tornato anche Claudio Lotito.

PARLA LOTITO - Il presidente della Lazio, intervistato da Il Messaggero, ha voluto chiarire la sua posizione in merito a Luis Alberto: “Se vuole andare via porti una squadra con i soldi, perché io non ci penso proprio a darlo in prestito a gennaio. E non ho ricevuto nessuna richiesta dall’Atletico. Al momento, la situazione non è cambiata rispetto all’estate quando il Siviglia lo aveva forse illuso. Non sto a nessun giochetto, Luis Alberto è forte, un valore aggiunto della Lazio e si può ancora trovare un compromesso. Lui deve accettare le scelte dell’allenatore e Sarri può essere più comprensivo e capirlo, perché ogni giocatore ha un carattere diverso. Mica possono avere tutti la testa di Pedro".
SUL 4° POSTO E MILINKOVIC - "Sono molto contento del quarto posto, del calcio e dello spirito che abbiamo dimostrato nella prima parte del campionato. Sarri ha fatto un ottimo lavoro, a gennaio dobbiamo ripartire nello stesso modo per arrivare in Champions. Milinkovic-Savic? Tutti dicono va di qui, va di là ma non è in vendita, si sa quanto vale per me e per la Lazio, e io sono fermo ai discorsi in corso sul rinnovo. È pronto anche il rinnovo di Romero, sarà come un regalo di compleanno per lui. Pian piano sta crescendo, ha davanti un grande cammino".