Calciomercato.com

  • Lazio, Luis Alberto non è più il vice capitano dopo le parole di addio: segna ed esulta indicando lo stemma

    Lazio, Luis Alberto non è più il vice capitano dopo le parole di addio: segna ed esulta indicando lo stemma

    • Redazione CM
    Luis Alberto e la Lazio, sempre più lontani. Non tanto sul campo, perché lo spagnolo è stato scelto fra i titolari dal tecnico Tudor per la gara contro il Genoa nella 33esima giornata di Serie A, quanto nelle strade da intraprendere a fine stagione. Dopo le dichiarazioni di venerdì scorso, successive alla vittoria per 4-1 all'Olimpico sulla Salernitana, il numero 10 non ha indossato la fascia di capitano biancoceleste in assenza di Ciro Immobile. Questo significa che non è più il vice, è stato superato dall'esterno montenegrino Adam Marusic che infatti ha guidato il gruppo all'ingresso in campo a Marassi. 

    COS'HA DETTO LUIS ALBERTO - "Per me sono state settimane difficili, con tutto quello che è successo. Progetto? Non so, ma so che questa è l’ultima mia stagione qui, io non ne farò più parte. Non voglio prendere più un euro dalla Lazio, ho già chiesto la rescissione del contratto. I prossimi quattro anni li lascio ad altri. Giusto così, farmi da parte da questo club mi ha dato tanto. È arrivato il momento di farmi da parte e lasciare i miei stipendi ad altri", le parole a Dazn. Il ds Angelo Fabiani ha annunciato provvedimenti in arrivo, la revoca dei gradi di vice capitano potrebbe essere il primo. Sarà l'unico? 

    IL GOL E IL GESTO - Al 67', l'andaluso ha sbloccato il match: grande azione orchestrata da Felipe Anderson e Kamada, favorita da un velo di Vecino e conclusa da un velo di Luis Alberto, che ha esultato indicando lo stemma della Lazio sul petto. Un gesto di riconciliazione, per lo meno per lasciarsi nella miglior maniera possibile. O magari un tentativo di riavvicinamento tra le parti. Non sarebbe certo il primo. 

    LE PAROLE DI TUDOR: "I GIOCATORI FORTI CI SONO E CI SARANNO"

    Altre Notizie