Lazio-Olympique de Marseille 2-1

Strakosha 6,5: Su Sakai deve benedire qualche santo protettore, per il resto è attento ma chiamato in causa raramente, spesso da fuori. Sul gol non può nulla, sbaglia una brutta uscita che quasi costava il pareggio del Marsiglia. Diciamo che sulle uscite è un po' avventuroso. Parata decisiva nel finale. 

Wallace 6: Prende il giallo subito, è un in difficoltà contro gli attaccanti rapidi e tecnici del Marsiglia. Poi riprende quota, coraggio, interventi importanti. Alla fine fa una prestazione discreta. 
(Dal 12' st Bastos 6: Entra, e la Lazio prende gol, anche se non per colpa sua. Regge bene, chiude benissimo su Mitroglou a fine partita, non sfigura)

Acerbi 6,5: Al centro della difesa regge botta tenendo da solo i timidi attacchi del Marsiglia. Una diga. 

Luiz Felipe 6,5: Sontuosa una sua discesa palla al piede dalla difesa, per il resto fa una buona partita, attenta. Merita il posto da titolare. 

Marusic 5,5: Prende una mazzata da Ocampos degna della terza categoria, non è che sia proprio una partita arrembante la sua. 

Parolo 6: Capitano della Lazio, prova un inserimento centrale nel primo tempo che fa gridare al rigore, poi sblocca la partita con uno stacco imperioso, prima di riaprirla con un passaggio sciagurato che innesca l'azione del gol francese. 

Cataldi 6: Confermato al centro, regge bene il ritmo del gioco abbastanza basso, imposta, si muove con discreta autorevolezza. Per il resto non è proprio una partita sfavillante quella della squadra, ma il compitino basta. 

Berisha 6,5: Prima da titolare per lui, come sempre grande corsa, ha grandi doti di inserimento e si vede. Nel secondo tempo è più stanco, ma questo è un giocatore che può dare tanto. 
(Dal 24' st Milinkovic-Savic 6,5: Inzaghi lo butta dentro in un momento decisivo, sta tornando: il suo duetto con Correa è d'alta scuola. Attenzione, sta tornando). 

Durmisi 5,5: Sakai spinge altissimo, l'ex Betis è costretto a ripiegare, fa il suo senza strafare. Non è serata particolarmente trap, più una cosa classica e tranquilla: meglio davanti che in fase difensiva. 

Correa 7: Con Immobile c'è intesa, le poche emozioni le regalano loro, compreso il duetto delizioso che porta alla sua rete. Questo ragazzo meriterebbe molte più chance, sbaglia pochissime, ha caratteristiche uniche nell'organico della Lazio, e non sbaglia una chance concessa da Inzaghi. Arma letale. 
(Dal 36' st Luis Alberto s.v.: Gioca, ed è già una notizia. Troppo generoso allo scadere, ma già vederlo sul terreno di gioco è confortante)

Immobile 7: Caicedo out, Inzaghi gli chiede gli straordinari, lui si inventa un cross di prima che vale il vantaggio della Lazio, poi l'assist per Correa. Non sa solo segnare, questo è chiaro. Spina nel fianco costante nella difesa del Marsiglia). 


All. Inzaghi 7: Voleva una vittoria, la sua Lazio sa aspettare e punire la difesa allegrotta del Marsiglia. La continua esclusione di Luis Alberto fa rumore, ma con un Correa così è veramente difficile scegliere altro. Passaggio del turno conquistato a 2 giornate dalla fine, what else?
Olympique de Marseille

Pelè 5,5: Poco impegnato nel primo tempo fino al gol, quando rimane tiepidamente a dormicchiare al centro della porta. Nel secondo tempo ingaggia un duello furioso con Immobile, negandogli il gol. 

Rami 5,5: L'ex Milan troneggia su Correa ed Immobile quando viene impegnato di testa, va più in difficoltà quando viene puntato. Gioca male, niente da dire di più.
(Dal 35' st Sarr s.v.)

Luiz Gustavo 6,5: Capitano del Marsiglia, gioca con autorità su Ciro Immobile, uno dei migliori dietro. Sempre attento, imposta, si muove bene. Prova a salvare Garcia. 

Caleta Car 5,5: Incontra il suo vecchio compagno di squadra al Salisburgo, Berisha. Un po' troppo statico, soffre la velocità degli attaccanti Lazio. Che poteva essere la sua squadra, secondo radio-mercato.  

Sakai 6: Sua la prima palla-gol del match. La sbaglia senza alcun motivo, ma per il resto almeno è propositivo. 

Strootman 6: Ancora derby per lui, che per l'Equipe sarebbe inviso alla maggioranza dello spogliatoio. Sicuramente è inviso all'Olimpico: si becca generose bordate di fischi.  Lotta, ma fa poco, trascinato verso il basso da un momento no di tutta la squadra. Prova a lottare.  

Sanson 6,5: Agile, prova a far prendere quota al match, si muove bene in occasione del gol. Giocatore di sicuro talento, da tenere d'occhio. 
(Dal 24' st Payet 5: Entra forse nel migliore del Marsiglia, ma fa poco. Da lui ci si aspetta il colpo, il resto è noia)

Ocampos 5: Prende un giallo inutile per intervento durissimo su Marusic, per il resto si guarda la partita. Forse avrebbe preferito una serie su Netflix, piuttosto che giocare così largo. 

Lopez 5,5: Non riesce ad incidere granché, fa abbastanza poco. Si muove, si danna, ma fa veramente poco. 

Thauvin 6: Uno dei giocatori più accostati alla Lazio negli ultimi anni, con Njie spesso cambia posizione, ci prova da fuori a fine primo tempo rompendo la monotonia sonnolenta della partita. Fa il gol che riapre la partita, ma per il resto poca incisività. 
(Dal 36' st Mitroglou s.v.)

Njie 6: Mette in difficoltà Wallace saltandolo spesso, in generale fa un po' come vuole, si muove tanto, si fa vedere, uno dei più propositivi. Mitroglou è un oggetto misterioso, a parte il gran barbone, si capisce perché non sia del match. Perde mezzo voto per l'intervento a palla ferma su Milinkovic. Sbaglia il gol nel finale, poteva fare di più. 

All. Rudi Garcia 5: Obbligato a vincere, rinuncia alla sua prima punta, mette in campo una squadra che prova a tenere il pallino del gioco, ma prende gol con troppa facilità. Parolo li rimette in partita, ma non basta. Forse non basterà a salvargli la panchina. Francamente ridicola la scenetta a fine partita con Immobile. Comportamento rivedibile, come questa edizione dell'Europa League, già finita.