Commenta per primo
Finito negli archivi ormai anche l’ultimo allenamento tattico della Lazio in ottica Inter. Mister Sarri al massimo utilizzerà domattina per limare qualcosa, ma il grosso è stato fatto. In conferenza il Comandante è stato chiaro: “Mi aspetto una reazione da uomini dopo Bologna”. Quelli di domani saranno 90 minuti in cui il tecnico biancoceleste si attenderà una risposta importante dai suoi dopo la prova a dir poco opaca del Dall’Ara.

LE PROVE DELLA VIGILIA – Intanto, in piena conformità con le precedenti sedute di vigilia, Sarri oggi pomeriggio a Formello ha mischiato di nuovo le carte. Guai a dare punti di riferimento ai suoi a 24 ore dal match. Tutti devono sentirsi inclusi e papabili titolari. Eppure, contro i nerazzurri vista già l’assenza di Acerbi il Comandante non dovrebbe cambiare molto. Tra i pali ci sarà ancora Pepe Reina. Marusic dovrebbe spuntarla su Lazzari come terzino destro, mentre Hysaj è pronto a prendersi il suo posto a sinistra.
Al centro, stando a ciò che anche nel pomeriggio hanno confermato le prove, dovrebbe toccare a Patric sostituire Acerbi accanto a Luiz Felipe. Radu resta leggermente in ritardo rispetto allo spagnolo. A centrocampo Sarri ha dato pochi punti di riferimento, ma si va verso lo schieramento di Milinkovic, Leiva e Luis Alberto, il trittico base della linea mediana da anni. Infine, in attacco dopo il terzo allenamento di fila in gruppo Immobile è a dir poco carico per la sfida contro il mentore Inzaghi. Ai suoi lati? Pronti Felipe Anderson e Pedro. Zaccagni sta bene, ma è rientrato da tre giorni dopo l’influenza ed è reduce dalla distrazione all’ileo-psoas. Difficilmente verrà rischiato dal 1’.

Probabile formazione:
Lazio (4-3-3)
: Reina; Marusic, Luiz Felipe, Patric, Hysaj; Milinkovic, Leiva, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Pedro.
A disp.: Strakosha, Lazzari, Vavro, Radu, Akpa Akpro, Escalante, Cataldi, Basic, Romero, Muriqi, Zaccagni, Raul Moro. All.: Sarri.