Niente Bruges per Muriqi. Il Pirata non ha superato le visite mediche col club belga e non sarà tesserato. Brutta tegola per la Lazio che sperava di incassare 11 milioni dalla sua cessione e che ora, invece, dovrò trovare un altro acquirente.

IL MOTIVO - Alla base di questo stop improvviso, secondo la versione ufficiale, c'è il fatto che i test abbiano evidenziato delle problematiche muscolari per il centravanti. Situazione che avrebbe richiesto almeno un paio di mesi di lavoro prima di poter tornare a disposizione, costringendo però il giocatore a saltare tutta la preparazione estiva. Per questo la società fiamminga ha deciso di tirarsi indietro dall'affare.

Il SOSPETTO - Fonti vicine al calciatore sostengono però che il classe '94 non abbia in realtà alcun acciacco. La motivazione suona strana anche considerando il buon finale di stagione che il kosovaro aveva fatto con il Maiorca. Diverse sono perciò le voci che vedono in questo dietrofront dei belgi una semplice scusa per giustificare un ripensamento sulla spesa da sostenere. Si sarebbe trattato infatti del più costoso acquisto della storia del club, ma a quanto pare non sarà così.