Calciomercato.com

Lazio, Sarri: 'Il Bayern non sbaglia in Champions. Siamo dei privilegiati'

Lazio, Sarri: 'Il Bayern non sbaglia in Champions. Siamo dei privilegiati'

  • Tommaso Fefè
  • 11
Proverà a fare l'impresa domani la Lazio contro il Bayern Monaco. L'andata dell'ottavo di finale di Champions League, domani alle ore 21, sarà una gara da affrontare senza timori dagli uomini di Sarri, che al cospetto dei campioni di Germania e davanti ai 55mila tifosi dell'Olimpico, non intendono sfigurare pur nella consapevolezza di non godere affatto dei favori dei pronostici. A tal proposito il tecnico biancoceleste in conferenza stampa a Formello oggi si è espresso in questi termini:

NON E' IMPOSSIBILE - "Non dobbiamo pensare che sia impossibile, altrimenti partiamo già sconfitti. Partita difficilissima, che dobbiamo vivere con entusiasmo e fiducia. Ci dobbiamo provare a tutti i costi, con faccia tosta. Sulla carta sono favoriti, vedremo in campo. Quando bisogna soffrire bisogna farlo da collettivo. Ci saranno grosse difficoltà da affrontare è inevitabile contro squadre di questa levatura. Dovremo fare il contrario di quanto fatto contro l'Inter. Anche perché il Bayern può sbagliare partite in campionato, non in Champions".

DIVERTIMENTO - "Momenti di pesantezza ci sono in tutti i lavori. Soprattutto dopo 3-4 anni, certe cose diventano pesanti da affrontare. Noi facciamo un gioco e il gioco si fa per divertirsi. Non bisogna diventare superficiali. Dobbiamo tornare a divertirci, assumendoci sempre le responsabilità di fare quel che sappiamo, ma se si spegne il bambino che è in noi, si perde la gioia di questo gioco. Noi siamo tutti dei privilegiati a fare questo lavoro, non dobbiamo scordarlo".

FORMAZIONE - "Oggi Vecino non stava benissimo, anche se il problema non dovrebb essere enorme. Patric non ha più grande dolore, ma ha difficoltà ancora nello scontro fisico. Zaccagni è ancora fuori e ieri ha corso solo con le scarpe senza tacchetti. Rovella ha un principio di pubalgia che si è acutizzato. Io non posso dire di giocare con entusiasmo e poi mettere un difensore in più. Noi stiamo preparando la nostra partita, ma non ci snatureremo. Ho giocato tanto tempo con il trequartista ma non lo può fare Luis Alberto. Lui è più bravo nella gestione della palla, io sono contento di lui. Quando si perde si parla sempre di cambio modulo, ma è una cazzata"

INVESTIMENTI - "Quello che serve alla società l'ho detto al presidente. Si parla di tante possibili varianti, ma alla fine quasi sempre vincono le squadre con maggior potenza economica. Si può fare bene anche senza essere una delle massime potenze, ma alla fine gli investimenti sono sempre determinanti".

Commenti

(11)

Scrivi il tuo commento

lors
lors

Penso che in 3 anni di conferenze stampa questa è stata la prima dove è sembrato realmente sereno...

Altre notizie