Calciomercato.com

Lazio, Sarri: 'Mie parole strumentalizzate. Il germe dell'anno scorso? lo abbiamo debellato'

Lazio, Sarri: 'Mie parole strumentalizzate. Il germe dell'anno scorso? lo abbiamo debellato'

  • Tommaso Fefè
  • 6
Alla vigilia di Celtic - Lazio, è intervenuto in conferenza stampa Maurizio Sarri. L'allenatore biancoceleste ha presentato così il secondo impegno dei suoi uomini nel girone di Champions



STRUMENTALIZZAZIONE - "Mi ha infastidito questi giorni la strumentalzzazione nel riportare solo certe mie parole e non tutte. Se dico 8 parole e ne riportate 3 interpretandole come vi pare, allora la prossima volta vi rispondo solo con sì o no. Ora però parliamo della Champions, sarebbe offensivo per il contesto di livello internazionale parlare di altro".

PARTITA A SE' - "Questa non è una partita fisica. Loro sono la squadra meno fisica del girone. Hanno grande dinamismo e intensità, questo sì, ma assolutamente non è una partita fisica. Il Celtic mi sembra una squadra pericolosissima sotto certi punti di vista. Anche tecnicamente, osservandoli da lontano, mi hanno sopreso perché hanno valori non indifferenti. Anche nella prima gara di Champions meritavano di più. Non sarà una gara di riscatto. La Champions ha uina storia a sé. C'è da pensare solo a portare a casa il risultato per essere competitivi fino alla fine del girone. Giochiamo una manifestazione con le più forti squadre europee, solo questo dovrebbe bastare per trovare le motivazioni senza pensare a classifiche e riscatti".

GERME DEBELLATO - "Il germe che c'era l'anno scorso ora non lo vedo più. Sembra strano vedendo i risultati, ma iop nel gruppo sto vedendo un bel clima anche durante gli allenamenti. Siamo preoccupati perché non riusciamo a capire cosa possa esserci successo. io un'idea ce l'ho ma la dico ai ragazzi, non a voi".

ATTEGGIAMENTO - "Noi non siamo una squadra tattica. Se abbiamo atteggiamenti diversi in campo è solo perché gli altri ci hanno messo sotto. Noi domani dovremo impattare da subito in maniera seria, con personalità. Anche a Milano lo avevamo fatto, salvo l'unico momento in  cui sono riusciti a metterci sotto".

Altre notizie