Calciomercato.com

Lazio su Giaccherini| 'A Roma verrei a piedi'

Lazio su Giaccherini| 'A Roma verrei a piedi'

  • L.T.

Ormai è più di una semplice idea o supposizione. Il 3-4-3 che mister Edy Reja ha in mente da diverse settimane potrebbe diventare realtà già a partire dal ritiro di Auronzo di Cadore. Il tecnico friulano, infatti, ha chiesto alla dirigenza biancoceleste l'acquisto di pedine da piazzare nei ruoli attualmente meno coperti ed in grado di attuare al meglio, grazie alle loro caratteristiche, tale modulo. Si cerca un esterno di fascia sinistra, in grado di coprire entrambe le fasi e che non faccia rimpiangere il partente Kolarov, ma anche e soprattutto un attaccante esterno: negli ultimi giorni c'è stata una brusca frenata per ciò che concerne Jorge Martinez, ala funambolica del Catania, sul quale sembra essere piombata la Juventus. L'ad etneo, Pietro Lo Monaco, ha alzato il prezzo: vuole 14-15 milioni cash per cedere il suo gioiello. Lotito era disposto a versarne 10-11 più il cartellino di Foggia. L'incontro tra la Lazio ed il Catania è stato rinviato, potrebbe avvenire nelle prossime 48 ore. Nel frattempo, però, la società biancoceleste sonda il terreno, cercando valide alternative.

Nelle ultime ore, è spuntato il nome di Emanuele Giaccherini, di proprietà del Cesena, neopromosso in serie A. Il tecnico bianconero, Bisoli, nel corso dell'ultimo campionato cadetto (32 presenze ed 8 reti per lui) lo ha spesso utilizzato come esterno del 4-2-3-1. Ha il contratto in scadenza nel 2011 ed il club romagnolo lo ha messo sul mercato. La Lazio, nei giorni scorsi, ha allacciato i rapporti con il Cesena. Lo ha confermato il presidente Campedelli ai microfoni della redazione de lalaziosiamonoi.it ("Confermo, Lotito mi ha chiesto informazioni su Giaccherini e Schelotto. Per il primo gradirei più una comproprietà che una cessione definitiva. Questo perché credo molto in questo ragazzo. Vorrei tenerne la metà del cartellino e aspettare che Emanuele si valorizzi giocando. Sono convinto che farà una bella stagione"), Giaccherini piace e non è da escludere un suo approdo nella Capitale. Intervenuto ai microfoni di Radio Sei, il centrocampista di Arezzo, classe '85, si è detto entusiasta e voglioso di iniziare presto la sua prima avventura nel massimo campionato italiano. Il dilemma, però, resta la squadra in cui militerà..."Sono emozionatissimo, non vedo l'ora di cominciare il campionato, è la mia prima esperienza in serie A, non sto nella pelle! Per ciò che concerne l'interessamento della Lazio a me non può che fare piacere. Anche il presidente questa mattina mi ha confermato che la società biancoceleste ha chiesto informazioni su di me. Essere accostato ad una squadra così importante e prestigiosa è qualcosa di bellissimo. In questo momento non so cosa farò. So che diverse squadre sono sulle mie tracce, parlerò col mio agente e valuterò ogni dettaglio. Lui è già al lavoro da diverso tempo. Ad ogni modo a Roma ci verrei a piedi con dieci valigie sopra...(ride, ndr)". Giaccherini, poi, ha voluto chiarire la sua posizione sul terreno di gioco: "Non sono assolutamente un attaccante. In questa stagione ho giocato sempre come esterno alto di centrocampo nel 4-2-3-1 o come mezz'ala. Per me è stata un'annata fantastica anche perchè ho realizzato diverse reti e fornito tanti assist, nonostante quel ruolo non ne richiedesse molti...Arrivare a giocare in una squadra come la Lazio e trovarsi davanti certi giocatori sarebbe fantastico, anche se sono consapevole che lo spazio sarebbe piuttosto ridotto".

Il 25enne centrocampista del Cesena ha un idolo non indifferente..."Mi ispiro a Messi perchè entrambi siamo piccoli e abili nell'1contro 1. Mi rivedo in lui...". Bisoli è stato l'allenatore che lo ha lanciato in maniera definitiva: "Devo molto al mister che ha creduto in me già quando arrivò a Cesena due anni fa. Nella mia carriera non sono stato fortunatissimo, ho pagato diversi infortuni che mi hanno condizionato".

Altre notizie