Commenta per primo

Forse è troppo facile dirlo oggi, dopo una doppietta che ha regalato alla Nazionale italiana la finale degli Europei, ma alla Lazio serve un giocatore come Balotelli. I campioni, quelli che Lotito ha promesso, sono giocatori come lui: giovani, decisivi e con una spiccata personalità; forse fuori dal normale sotto tutti i punti di vista, ma comunque fondamentali per le dinamiche della squadra.

Il calcio, è vero, è soggettivo: ognuno ha un'idea diversa, in Italia ci sono 56 milioni di allenatori, ma i campioni sono tali perché hanno qualcosa di inequivocabile e indubitabile, perché fanno la differenza e possono, anche da soli, decidere un risultato. La Lazio, se vuole crescere e vincere, deve iniziare a pensare a giocatori come Balotelli. I campioni sono così, come lui.

Nella Lazio non ce ne sono tanti. Anzi, ce n'è solo uno: Miroslav Klose. Il club biancoceleste, purtroppo per i suoi tifosi, non sembra avere i mezzi economici per portare i quattro campioni promessi dal presidente. Lotito al limite potrà regalarci dei buoni, magari degli ottimi giocatori, il che sarebbe già molto positivo. E allora che si faccia uno sforzo economico importante, vero. I laziali di certo preferirebbero un campione vero rispetto a quattro campioni finti.