82
Il Milan e una sfida da dentro o fuori. Una sorta di 32esimo di finale di Champions League, da vincere a tutti i costi, ma con l'incognita Liverpool-Porto che può 'confermare o ribaltare' le possibilità di qualificazione. E Stefano Pioli sta sciogliendo gli ultimi dubbi, in vista della sfida contro l'Atletico Madrid, della sua creatura, che sono 3: terzino destro, coppia di centrocampo, esterno sinistro. 

TERZINO -
 Per la sfida contro l'Atletico è in pole position Kalulu, l'uomo che ha tenuto vive le speranze credendoci più di tutti nel gol che ha portato al pareggio casalingo contro il Porto, con Florenzi costretto a inseguire nelle gerarchie. Il francese ha disputato una buona partita anche al Franchi, ed è pronto a tenersi stretto il posto da titolare. 
CENTROCAMPO - Sandro Tonali quasi certo di una maglia, il ballottaggio nella testa di Pioli è tra Kessie e Bennacer, con l'ivoriano avanti rispetto all'algerino, per la sua fisicità. L'ex Atalanta è stato protagonista negativo all'andata, con quel rosso arrivato nel primo tempo, e proverà a rifarsi al fianco del numero 8, intoccabile in questo momento. 

ESTERNO - Rafa Leao è in dubbio, tanto che oggi ha prima lavorato in palestra per poi raggiungere il resto del gruppo in un secondo momento. Il portoghese, comunque, è più un sì che un no: difficile fare a meno del '99 in questo momento. L'alternativa può essere quella di spostare Brahim Diaz sulla fascia con Krunic nel ruolo di trequartista dietro a Giroud. Tre dubbi per Pioli. Ma che in fondo hanno una gerarchia.