105
Questi sono i nostri voti al mercato di gennaio. Non tengono conto delle operazioni che verranno realizzate a luglio (Ramsey alla Juve e Traoré alla Fiorentina, ad esempio) ma solo dei movimenti per l’immediato.


ATALANTA 6 Operazioni marginali, ad esempio la cessione del deludente Rigoni. Ma non doveva fare nulla: lo dice il campo.

 

BOLOGNA 6 La squadra era inguardabile, si è cercato di colmare qualche lacuna con Soriano e Sansone: basteranno per renderla dignitosa?

 

CAGLIARI 6,5 Un bel po’ di rinforzi, di qualità o di prospettiva. Chiari segnali di una società che non vuole rischiare di trovarsi invischiata nella lotta per la B.

 

CHIEVO 5 Un mercato di nulla, nel quale si è pensato a incassare più che a rafforzarsi: la società crede nella salvezza molto meno della squadra.

 

EMPOLI 6 Tanti arrivi, alcuni - Farias in testa - possono dare una bella mano nella corsa alla salvezza. 

 

FIORENTINA 7 L’acquisto di Muriel, strappato al Milan, si sta rivelando azzeccatissimo e decisivo. Mosse giovani per giugno (Traoré, Rasmussen, Zurkowski): non pensano nel nostro giudizio, ma lo faranno sul campo nella prossima stagione.

 

FROSINONE 6 Rosa ritoccata nella speranza di potersi riagganciare al treno della salvezza: Viviani può essere importante, là in fondo.

 

GENOA 6,5 La cessione di Piatek, alla luce dei primi gol, può apparire frettolosa; in realtà era rischioso tenerlo in rossoblù demotivato (e se poi si fosse svalutato?).  Interessanti le operazioni in entrata, Sanabria su tutte.

 

INTER 6 Ha un terzino rotto e ha preso un sostituto sufficiente, Cedric. Per la rivoluzione, aspettiamo l’estate.

 

JUVENTUS 5 Esce Benatia, entra Caceres: l’organico adesso è meno forte di prima. Mossa incomprensibile, che rende il reparto difensivo decisamente peggiore degli altri, almeno nelle alternative ai titolari.

 

LAZIO 5,5 Operazioni di contorno. Via qualche riserva (da Caceres a Murgia), dentro Romulo: se sta bene può tornare utile, ma non è certo l’acquisto che dà la spinta decisiva nella corsa alla Champions.

 

MILAN 7,5 Avevamo dubbi sul cambio Piatek-Higuain, ma il campo per ora li ha spazzati via. Poi c’è Paquetà, che dà segnali da potenziale campione. E’ la regina del mercato invernale.

 

NAPOLI 5,5 Aveva bisogno di poco, invece non fa niente. La conferma di Allan, alla fine, può rivelarsi un boomerang se le gambe sono in Italia e la testa a Parigi.

 

PARMA 6 Kucka può dare consistenza, però la classifica è buonissima: non servivano interventi massicci. Di prospettiva l'acquisto di Brazao (assieme all'Inter).

 

ROMA 5 Il nulla. Ma, a vedere la squadra in campo nelle ultime settimane, serviva molto, soprattutto in difesa. Pallotta risparmia, in attesa delle prossime ricche cessioni, e Di Francesco affonda.

 

SAMPDORIA 6,5 Gabbiadini è un bel rinforzo per un gruppo che già funziona a meraviglia, Sau un'intrigante alternativa.

 

SASSUOLO 5,5 Non poteva negare il Barcellona a Boateng, però non l’ha rimpiazzato in modo adeguato.

 

SPAL 6 Viviano e Murgia possono fornire un aiuto nella lotta per la salvezza.

 

TORINO 5,5 Ha girato giovani e meno giovani al Bologna, non si è rafforzato. Ma non ne avvertiva la necessità.

 

UDINESE 6 De Maio e Okaka alla lunga dovrebbero dare consistenza a una squadra che non decolla.

 

@steagresti


SERIE A: TUTTI GLI AFFARI UFFICIALI