111
Sarà Inter-Liverpool l'ottavo di finale di Champions League. Una sfida affascinante, tra due delle squadre migliori in Europa, uno scontro tra titani tra Momo Salah e Lautaro Martinez, gli uomini copertina delle due squadre. Il Toro non vede l'ora di giocare ad Anfield, di sentire l'atmosfera della Kop, di uno degli stadi più caldi d'Inghilterra, vivrà tutto difendendo i colori nerazzurri, ai quali ha deciso di unirsi firmando il rinnovo del contratto fino al 2026 con ritocco dell'ingaggio a 6 milioni di euro. Dopo l'addio di Lukaku Marotta ha deciso di affidare all'argentino le chiavi dell'attacco, ottenendo le risposte che voleva. L'ex Racing ha segnato 10 gol in 15 partite di campionato, un bottino che poteva essere maggiore se avesse realizzato i due rigori contro Milan e Cagliari.
LA SCELTA - L'Inter è contenta di Lautaro e se lo tiene stretto. Perché là fuori sono molti i club che lo desiderano. Tra questi c'è il Liverpool, che aveva pensato a lui già un anno e mezzo fa prima di Jota e valuta il suo profilo per il dopo Firmino. Per Klopp la punta di Bahia Blanca è "emozionante, una delle migliori del mondo", un ulteriore attestato di stima - arrivato ieri dopo il sorteggio - che però non apre a scenari di mercato. L'Inter ha fatto capire che con il Liverpool ci sarà solo una sana sfida europea, non ci sono margini per pensare ad altro. Lautaro è dell'Inter e non è in vendita, Klopp potrà continuare ad ammirarlo da lontano.