118
Sul mercato, con possibilità di partire. Marcelo Brozovic è stato messo sulla lista dei cedibili dall'Inter, che non lo considera più un intoccabile. Il centrocampista croato classe 1992, arrivato dalla Dinamo Zagabria nel gennaio 2015, è stato sempre una prima scelta di Conte, come dimostrano i 3 gol e i 6 assist in 43 partite stagionali, ma il processo di rinnovamento del centrocampo nerazzurro passa anche dal suo addio. Utile, ma non fondamentale, il suo cartellino può essere utilizzato per fare cassa o per arrivare a un giocatore più funzionale per l'economia del gioco contiano.

COSI' NO - Al di là delle ragioni di campo e di bilancio, Brozovic ha infastidito l'Inter con qualche comportamento, fuori dal campo, sopra le righe (dalla patente ritirata per un semaforo rosso bruciato e per l'alcol, nel corpo, oltre i l​imiti consentiti, alla scenata al Pronto Soccorso con un amico), a questo si aggiunge, come scrive il Corriere della Sera, un rapporto non idilliaco con una parte dello spogliatoio. Il suo futuro potrebbe essere altrove, magari all'estero dove non mancano gli estimatori. 
ESTERO - Brozovic piace molto in Inghilterra, al Tottenham di Mourinho, in Germania ci ha pensato il Bayern Monaco anche se non trova conferme l'indiscrezione di Sportske Novosti secondo la quale l'Inter vuole scambiarlo con Tolisso. Attenzione anche al Monaco, guidato da Kovac, suo grande tifoso. L'ha avuto in nazionale, lo voleva al Bayern, ora farebbe di tutto per portarlo nel Principato. Il problema però è doppio: il costo del cartellino e l'ottavo costo finale del Monaco nell'ultima stagione, che di fatto lo ha escluso dalle coppe.