2
Assan Ceesay si presenta al Via del Mare con un gol ai suoi tifosi e alla Serie A che, per chi non lo conoscesse, era solo “l’ex compagno di Gnonto”, cioè il talentino italiano dello Zurigo fatto debuttare da Mancini, ma ora è anche qualcosa in più.

IL BOMBER DELLO ZURIGO CAMPIONE – Il biglietto da visita di Assan Ceesay, classe ’94, è di 20 gol in 33 partite in Super League svizzera dove ha conquistato il campionato con il più conosciuto Gnonto che ha debuttato nella Nazionale italiana. L’attaccante gambiano, prima della scorsa stagione, non avevo messo in cascina un grosso quantitativo di gol ma nella squadra in cui ha militato per due anni ha mostrato le sue qualità atletiche e tecniche tali da attirare l’attenzione di Corvino che lo ha portato in Salento con accordo biennale. Il gambiano si presenta in giallorosso con qualche difficoltà contro il Cittadella ma è contro l’Inter che illumina il Via del Mare con un diagonale che batte Handanovic condito da un’ottima prestazione che lascia alle spalle le critiche ricevute.
L’INVESTIMENTO DI CORVINO – La prestazione dell’attaccante avviene proprio nella settimana in cui Corvino ha difeso il suo acquisto evidenziando come l’ex Zurigo si sia qualificato anche con la sua Nazionale ai prossimi Mondiali al contrario dell’Italia e che vuole sfruttare il suo potenziale per sostituire Coda, ormai arrivato ai 34 anni e con il rischio di non ripetersi in Serie A. Detto fatto, Ceesay si è preso la scena contro l’Inter giocando un match che lo ha visto combattere con difensori come De Vrij e Skriniar (non gli ultimi arrivati) e mettendo in atto ciò che chiede Baroni nel reparto offensivo. Il Lecce può ripartire da un nuovo numero 9 che da “ il compagno di Gnonto” può diventare il bomber di cui i giallorossi hanno bisogno.