Commenta per primo

Toni altissimi in Lega di A dopo la spaccatura di venerdì scorso sui criteri per individuare i 'bacini d'utenza'. "Alle fine le grandi si facciano il loro campionato europeo e vorrà dire che le altre 15 faranno un campionato italiano dei poveracci", così è sbottato il presidente del Parma Tommaso Ghirardi al suo arrivo per la riunione odierna del Consiglio

Il presidente del Parma, Tommaso Ghirardi, al suo ingresso in Lega Calcio: "E' assurdo venire in Lega il venerdì santo per questi argomenti - dice - si sta degenerando. Non ho parole, chi vuole distruggere il calcio non è certamente chi fa dei sacrifici per portare avanti le proprie società e lotta quotidianamente coi bilanci e con la classifica. Credo che la gente sappia come stanno le cose. Stiamo discutendo di una cosa che non esiste, sono sei mesi che veniamo in Lega per ripartire queste famose risorse. Non siamo riusciti a trovare un accordo fino alla settimana scorsa, adesso invece ci si fa le cause, ci si querela. Cosa è successo? Abbiamo ribadito che quando ci si mette d'accordo noi siamo disposti a distribuire le risorse, altrimenti come si fa a dividere? mi sembra una follia. Noi abbiamo votato che le risorse vengano distribuite una volta che sia stato scelto un criterio e abbiamo dato mandato a delle società demoscopiche di fare la ricerca. Perchè non si può fare?".