Commenta per primo

 

Non ce ne è. Real Madrid e Barcellona vincono anche quando non dovrebbero. Nessuna delle due big di Spagna è stata brillante nel week end, ma i tre punti a testa sono arrivati comunque. Merito della buona sorte e dei due campionissimi. 
 
Da una parte ci ha pensato Cristiano Ronaldo. Geniale il suo colpo di tacco in mischia che ha messo in ginocchio il Rayo Vallecano. Il portoghese è arrivato a quota 29 in campionato e sembra davvero di un altro pianeta. Gli riesce di tutto, anche le magie. Poi Casillas e compagni hanno blindato l'1-0. Un risultato che avvicina ancora di più il titolo.
 
Il Barcellona ha risposto vincendo in casa dell'Atletico Madrid, una delle squadre più in forma della Liga. Che sofferenza, però, per gli uomini di Guardiola. Al gol di Dani Alves ha risposto bomber Falcao. E a dieci minuti dalla fine, quando il pareggio sembrava scontato, ecco il colpo del fuoriclasse. Calcio piazzato da posizione defilata, Messi è sulla palla, Courtois sta piazzando la barriera. Molti al posto della Pulce avrebbero chiamato l'attenzione del direttore di gara per chiedere il rispetto della distanza. invece l'argentino ne approfitta per beffare il portiere con una parabola che si infila all'incrocio sul secondo palo. Una rete furba, di cervello, oltre che di classe, poi difesa con i denti da Victor Valdes. Il Real Madrid vincerà anche il campionato, ma il Barça vuole mantenere viva la speranza sino all'ultimo.
 
Dietro è bagarre per i posti in Champions League. Il Valencia perde colpi, ma resta ancora distante dalla quarta in classifica, il miracoloso Levante, tornato a vincere in casa dell'Espanyol. Nel giro di 3 punti ci sono sei squadre, con il Siviglia in grande forma che torna pienamente in corsa. E pensare che la zona salvezza è appena otto punti più giù...