237

L'Italia fa 3 su 3 e anche in Lituania sul sintetico dell'LFF Stadionas vince per 2-0 e si porta in vetta al girone C delle qualificazioni ai prossimi Mondiali di Qatar 2022. Non una bella Italia, spesso e volentieri sprecona sottoporta, ma che grazie al gol di Sensi e al rigore nel finale di Immobile,  regala a Roberto Mancini il 25esimo risultato utile consecutivo, eguagliato Lippi, che pone gli Azzurri in una posizione di vantaggio sulla Svizzera che invece non è scesa in campo questa sera. 



PRIMO TEMPO - L'Italia parte bene dominando il pallino del gioco con un modulo fluido in grado di difendere a 4, ma attaccare a 3. Pellegrini è il più ispirato in apertura andando due volte al tiro e trovando però una pronta risposta di Svedkauskas. La Lituania fatica a ripartire, ma si difende bene e stringendo le maglie attorno all'area di rigore rende sterile il giropalla degli Azzurri che faticano a servire sia Immobile che El Shaarawy che faticano anche a mettersi in moto nelle rare volte in cui la palla arriva fra i loro piedi come al 39' quando l'esterno della Roma manda alto da posizione favorevole. Rimane solo il tiro da lontano, ma ancora una volta è Svedkauskas a dire di no ad un Emerson Palmieri ispiratissimo.

IL GOL - Nell'intervallo Mancini cambia la gara inserendo Chiesa e Sensi per El Shaarawy e Pellegrini e proprio i due nuovi entrati confezionano il goil del vantaggio azzurro al 48'. Prima Svedkauskas para su Chiesa e poi è Sensi, da centroarea a trovare il tiro all'angolino su cui, questa volta, Svedkauskas non può nulla. Il gol è una libreazione per gli azzurri che si scatenano nello stretto e prima con Bernardeschi non trovano di poco lo specchio, e poi con Pessina costringe Svedkauskas all'intervento miracoloso. Il portiere lituano si supera anche sul Locatelli, che di prima al volo aveva trovato la via per un gol stupendo, negato però dal suo intervento.

LO SCIAGURATO IMMOBILE - Chi però ha sulla coscienza ben più di un gol è Ciro Immobile, ancora una volta tanto bravo a creare occasioni da gol quanto sciagurato nel non trasformarle. Sono 4 le occasioni divorate dal bomber della Lazio che prima spara in contropiede su Svedkauskas, poi ne dribbla due salvo poi sparare a lato di un soffio, quindi ancora una volta centra in pieno il portiere da posizione favorevole e infine solo al centro dell'area piccola manda a lato incredibilmente di testa.

25 DI FILA - E allora una gara in pieno controllo rischia di trasformarsi in un harakiri quando Bastoni sbaglia un controllo e Dapkus innesca Eliosius su cui però Donnarumma, fino a quel momento inoperoso, riesce a dire di no rifugiandosi in angolo. Immobile riesce a perdere ancora una volta il duello con Svedkauskas anche a 10 minuti dal termine, ma non è l'unico dato che il portiere riesce a negare il gol ancora una volta anche a Locatelli. L'Italia regge l'urto e nel finale di gara al 93' Kazlauskas stecca Barella regalando a Immobile il calcio di rigore per il 2-0 finale. Eguagliato Lippi e a 5 gare da Pozzo, ma questa sera il risultato è una delle poche cose da salvare.