Commenta per primo

Leonardo Zamboni Lorenzi, nome italianissimo (come i suoi antenati che in eredità gli hanno lasciato...un passaporto da giocatore comunitario) ma talento calcistico 100% carioca, è l'ultimo acquisto del calciomercato invernale del Torino, il secondo dopo il greco Tachtsidis. Le sue doti sono grandi ma la giovane età (18 anni appena) fa sì che non tutti lo conoscano ancora approfonditamente; per questo, ci facciamo aiutare da uno dei suoi rappresentanti, il conterraneo Karim Claudio Fedato, anch'egli con lontane origini nel Bel Paese.

Fedato, quando un giocatore è così giovane è giusto preoccuparsi prima della sua maturità di uomo che non di quella tecnica: come è messo, Leonardo, sotto questo punto di vista?
Si tratta di un ragazzo che in questo sembra poco brasiliano, almeno intendendo "brasiliano" come spesso si fa in Europa, con il significato di persona allegra al punto da mettere il buonumore davanti alla serietà. Lui è sì un ragazzo solare, ma antepone il lavoro a tutto. Avete presente Kakà? Ecco, professionalmente è simile a lui.

Allora parliamone da un punta di vista calcistico, iniziando dal ruolo.
Ho letto che è stato già definito "erede di Cerci", ma in realtà anche se gioca spesso sull'esterno a lui piace molto giostrare come trequartista. E' mancino di piede e gli piace puntare la porta, comunque essendo dotato di dribbling e velocità si disimpegna in effetti molto bene sulla fascia.

Quanto è pronto per il calcio italiano? I video presenti in rete fanno già sognare i tifosi granata.
Gli emissari del Torino sono stati chiari, Leonardo sa che dovrà giocarsi le sue chances per essere inserito in prima squadra, ma che ancora per questo finale di campionato italiano potrebbe venir impiegato nel campionato giovanile.

Sei mesi fa, a Torino è arrivato un altro giovane verdeoro, Pardini, che con la Primavera sta facendo bene. Quanto sono presenti i granata sul mercato sudamericano?
Mi sembra inizino a muoversi con efficienza; conosco Pardini da tempo ed è stato un ottimo acquisto, poi ora Leonardo, ed altri ne vengono monitorati. E' una presenza che inizia a farsi sentire, anche se deve ancora rafforzare la propria posizione e confermarsi.

E' vero che il club di Cairo sta seguendo anche un altro promettente elemento del Chapecoense?
Sì, avendo seguito Lorenzi, gli osservatori non hanno potuto non notare anche Willian Arão. E' un 21enne, con già un agente italiano a seguirlo, di sicuro avvenire; gioca come vertice basso del centrocampo e faranno bene a non toglierli gli occhi di dosso.