Calciomercato.com

Lukaku ai dirigenti: 'Resterò'. Ma l'Inter sonda altri attaccanti sul mercato

Lukaku ai dirigenti: 'Resterò'. Ma l'Inter sonda altri attaccanti sul mercato

  • 78
Romelu Lukaku vuole (ri)prendersi l'Inter sulle spalle. Galvanizzato dai 4 gol segnati in nazionale contro la Svezia di Ibra e la Germania, il centravanti belga gioca titolare oggi in campionato contro la Fiorentina a San Siro (calcio d'inizio alle ore 18). Nei giorni scorsi, come si legge sulla Gazzetta dello Sport, ha scherzato con i dirigenti nerazzurri e con chi frequenta quotidianamente il centro sportivo di Appiano Gentile: "Vedrete che alla fine resterò". 

Lukaku farà 30 anni il prossimo 13 maggio e vuole regalarsi un futuro ancora a Milano, dove si è sempre trovato benissimo. L'Inter lo ha acquistato nell'agosto del 2019 dal Manchester United per 74 milioni di euro, per poi rivenderlo due anni dopo al Chelsea per 113 milioni di euro. La scorsa estate è tornato in nerazzurro con la formula del prestito oneroso per 7,8 milioni di euro e un ingaggio da 8,5 milioni di euro netti all'anno, lo stipendio più alto di tutti in Serie A. Una cifra che non ha dimostrato di valere sul campo. Finora in questa stagione, condizionata dagli infortuni, ha segnato soltanto 5 gol in 19 presenze tra campionato e Champions League. 

Marotta ha già annunciato che a fine stagione tornerà per fine prestito al Chelsea, con cui è sotto contratto fino a giugno 2026, e poi si valuterà il da farsi. Intanto l'Inter sonda altri attaccanti sul mercato: dal francese Thuram e il brasiliano Firmino (in scadenza di contratto rispettivamente con Borussia Monchengladbach e Liverpool) ad Aubameyang (Chelsea), Retegui (Tigre) e Scamacca (West Ham). Ma se tornerà il vero Lukaku, non ce ne sarà per nessuno. 
 

Altre notizie