Un viaggio utile ad entrambi ei club per iniziare a parlarsi chiaro, di persona, senza troppi chilometri di mezzo. Così ieri Piero Ausilio è partito da Linate alle 17.52, destinazione Londra, dove si trovano alcuni uffici strategici del Manchester United e dove oggi si è tenuto l’incontro tra i club. L’oggetto della trattativa è chiaro da tempo: Romelu Lukaku, attaccante classe ‘93 che nella testa di Antonio Conte dovrà sostituire in tutto e per tutto Icardi. Il tecnico salentino pressa, chiede aggiornamenti quotidiani e l’Inter intende accontentarlo, ma per certi nomi e per certe trattative, specie se le richieste sono ancora più alte di quelle che ci si poteva aspettare. 

RCHIESTA ALTISSIMA - Perché la prima richiesta dello United è stata altissima: 85 milioni di euro. I diavoli rossi hanno sparato alle stelle, il ds nerazzurro ha registrato le pretese e non ha indietreggiato. Gioco delle parti, l’Inter ha preso coscienza, ancora di più, che lo United non intende applicare sconti e, soprattutto, che non ha intenzione di assecondare né la fretta di Conte né quella di Lukaku. La trattativa vivrà qualche giorno di stallo, poi i nerazzurri proveranno a farsi avanti con un’offerta al ribasso, perché da viale della Liberazione hanno si intenzione di accontentare Conte, ma non prendono neanche in considerazione l’idea di arrivare fino a 85 milioni di euro per Lukaku. Forse alzando il prestito oneroso fino a 20 milioni di euro, l’Inter potrebbe avviare una nuova e più proficua trattativa col Manchester United, che ad oggi mostra i muscoli e non sembra offrire spiragli. L’Inter osserva  le le mosse con pazienza, la stessa che chiede anche Conte. 


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. 
Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com