5
Il presidente del CONI Giovanni Malagò ha fatto visita al cantiere del Viola Park, il centro sportivo della Fiorentina che sorgerà alla fine dell'anno 2022. Queste le sue parole, rilasciate ai media presenti, tra cui Calciomercato.com: Viola Park di questa mattina. Il presidente del CONI esprime tutta la sua meraviglia per quella che sarà la nuova casa della Fiorentina: "Sono stupefatto dall'importanza e dalla qualità di questo progetto. Sono stato all'interno e ho visto praticamente tutto di essere un discreto conoscitore di realtà analoghe, anche superblasonate, ma realisticamente quello che ho visto qui oggi non l'ho visto da nessuna altra parte. Questa straordinaria capacità di riunire tutti i settori della squadra, la possibilità di stare qua a dormire, studiare, allenarsi, curarsi. La qualità del posto poi è decisiva, sembra un quadro degli impressionisti. E' un investimento importante, molto coraggioso, ma è la cosa migliore che la Fiorentina potesse fare. Finalmente patrimonializza qualcosa e lascia in eredità un qualcosa di eccellente. Importanza infrastrutture? Questa mattina ho parlato con Nardella e mi ha raccontato lo stato dell'arte sullo stadio, la nave è nella giusta direzione. C'è intenzione di accelerare i tempi e c'è l'appoggio della società. Ci sono oggi tutti i presupposti per far andare a dama quel progetto il prima possibile. Capienza 100%? La direzione è quella. Non è che sono così tante le partite in cui senza il 100% ci sono dei problemi però non ci devono essere dei limiti. E' importante in sport come Pallavolo e Pallacanestro in cui il ticketing è decisivo. Soddisfatto per il trattamento allo sport? Molti Presidenti non sono soddisfatti. Io mi sento di dire che come Comitato Olimpico abbiamo di tutto per sopportare l'istanze di queste persone". Al termine della visita, Malagò ha sentito telefonicamente il presidente viola Commisso e i due hanno ribadito affetto e stima reciproca.