91
In mezzo alla confusione del Milan c'è chi sorride. Lo ha fatto ieri commentando il rinnovo di Stefano Pioli (una sua scelta) e lo ha rifatto oggi al termine dell'incontro che vi abbiamo documentato con l'agente di Ante Rebic (una sua intuizione in coabitazione con Boban). Se c'è un vincitore in queste ultime clamorose 24 ore del Diavolo questo è sicuramente Paolo Maldini. Un successo ottenuto su tutta la linea.

ALTRO CHE VICE-PRESIDENTE- Paolo Maldini è operativo su più fronti: ha preso Kalulu a zero dal Lione, blindato il giovane talento Colombo e sta  portando avanti la trattativa con la Lokomotiv Mosca per la cessione di Laxalt. Con Ramadani lavora al riscatto anticipato di Rebic e sonda il terreno per Milenkovic della Fiorentina e Jovic del Real Madrid. Non ne vuole sapere di diventare il vice-presidente del Milan( scenario appreso da fonti vicine al club rossonero). E ora sarà lui a decidere cosa fare del suo futuro. Ha ancora altri  due anni di contratto e tutta l'area tecnica dalla sua parte: da Massara a Pioli passando per i giocatori. Spetterà alla bandiera rossonera decidere se proseguire con l'ennesimo nuovo/vecchio corso rossonero o decidere di lasciare dopo che Gazidis gli aveva proposto un declassamento. La situazione, ora, è completamente cambiata dopo l'inversione a U di Gazidis su Rangnick.