6
Pep Guardiola, tecnico del Manchester City, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Real Madrid:



"È un piacere tornare in questo stadio, uno dei più grandi. Qui ho vinto ma anche perso. Per i miei giocatori non è l'ultima opportunità per vincere la Champions, siamo ancora vivi e tutto può succedere. Abbiamo preparato la sfida, non ci sarà una motivazione speciale. Sterling è pronto, ha recuperato pienamente. Il medico ci ha consigliato di tenerlo a riposo in campionato, ma sta bene. Il Real di oggi è molto diverso rispetto a quello che ho affrontato in passato. È più aggressivo, attacca molto e prima non succedeva. Cercheremo di sfruttare i loro punti deboli. La sanzione della UEFA? Abbiamo il diritto di fare appello, mi fido del mio club. Mi hanno dato delle spiegazioni in merito e siamo ottimisti di poter tornare a giocare una competizione che ci siamo guadagnati sul campo. In caso contrario, accetteremo la sentenza e andremo avanti con chi vorrà restare. Zidane ha detto che sono il migliore al mondo? Voglio ringraziarlo, ma non mi sento tale. Non ho mai preteso di essere il più bravo, perché i protagonisti sono i calciatori. Quando vinci, è più facile ricevere elogi. Ciò che ha fatto lui in Europa sarà difficilmente ripetibile e testimonia la grandezza di questo club. Chi gioca nel Real ne conosce la storia e sa che non vincere la Champions è considerato un fallimento. In questa competizione non esiste una squadra più forte del Real".