Serata di Champions League, con il programma degli ottavi di finale che si va completando dopo le partite di settimana scorsa, che hanno visto la qualificazione di Juventus, Manchester City, Liverpool e Real Madrid. Alle ore 20.45, presso lo stadio Old Trafford si sono affrontati il Manchester United di Josè Mourinho e il Siviglia di Vincenzo Montella, dopo lo 0-0 del Ramon Sanchez Pizjuan nell'andata: i Red Devils arrivavano a questo match in un buon momento di forma, con 3 vittorie di fila in Premier, tra cui Chelsea e Liverpool. ma non è servito a nulla. Finisce 1-2, decide la doppietta del francese di origine tunisina Wissam Ben Yedder, entrato da due minuti, prima dell'inutile gol di Lukaku. Male la squadra di Mourinho, abulica e svogliata, con un Pogba irriconoscibile ed escluso dall'undici titolare. Siviglia, che a differenza dello United, non stava vivendo un grande momento: la squadra dell'Aereplanino ex Milan aveva avuto l'occasione di accorciare in classifica sul Valencia sfruttando il fattore campo del weekend e invece non solo non aveva accorciato, ma pure aumentato il gap visto il ko per 2-0. Andalusi che pur non avendo tradizione nelle trasferte di Champions, visto le due sole vittorie nelle ultime 10 gare esterne, trovano la vittoria quando più contava: Montella batte Mourinho ed entra nella storia portando per la prima volta il Siviglia ai quarti, il portoghese fallisce ancora