Roberto Mancini, in vacanza a Milano Marittima, si è concesso ai microfoni di Sportmediaset (che nella serata di oggi ha anticipato uno stralcio dell'intervista che uscirà in giornata) per parlare di futuro e di mercato ma, soprattutto di Mario Balotelli, giocatore che lui ha lanciato e fatto crescere nel calcio che conta: "Spero che questo per Mario sia il Mondiale per cambiare, che gli farà avere continuità, che gli farà capire che il tempo passa e non può perderne altro. Balotelli è un centravanti puro e deve stare vicino alla porta, ha le caratteristiche e il fisico per farlo al meglio. Se vuole può diventare un grande centravanti. Berlusconi ha detto cose giuste. A Mario voglio molto bene, quasi come a un figlio. Io e lui ancora insieme? Nel calcio non si sa mai, tutto è possibile".