19
Roberto Mancini, ct della Nazionale, parla sul palco del Festival dello Sport di Trento: "Dopo 37 partite senza sconfitte, ovviamente un po’ ci dispiace. L’atteggiamento è stato quello giusto, rispettavamo la Spagna che è un avversario formidabile, il primo tempo è stato molto equilibrato, poi l’espulsione ha condizionato l’andamento del match. Però abbiamo dimostrato di essere cresciuti, di appartenere ormai a quel livello”.

Due parole sui singoli: "Locatelli sarebbe stata la nostra arma in più ai Mondiali del 2022, il rinvio di un anno dell’Europeo gli ha permesso di maturare; Chiesa all’inizio non era in condizioni ideali ma poi ha dimostrato tutte le sue qualità". 

Infine, su Balotelli: "Se può tornare nel giro dei convocati? Con Mario sono vaccinato... se farà bene, perché no".

Sul match con il Belgio, valevole per il terzo posto della Nations League: "Domenica per noi è importante perché dobbiamo rimanere nelle prime sette del ranking per i sorteggi dei mondiali, questo è importante".