Commenta per primo
Andrea Mandorlini, allenatore dell'Hellas Verona, parla in conferenza stampa alla vigilia del match con il Napoli: "La sfida contro il Napoli potrebbe essere la ciliegina sulla torta di questa stagione fantastica, sarebbe bello vincere contro una grande squadra. Non so che tipo di stadio troveremo, per noi sarà una partita difficile e mi auguro di renderla complicata anche a loro".

Su Jorginho: "Sarò emozionato nel ritrovarmelo da avversario. Gli ho voluto bene, ha fatto tanto per noi e noi per per lui. A Napoli si è integrato in fretta, questo per noi è un motivo d'orgoglio ed è una soddisfazione vedere un nostro ex calciatore giocare ad alti livelli. Ha ampi margini di miglioramento, deve fare ancora tanta strada ma può giocare tranquillamente ad alti livelli. Io l'ho sempre considerato come un figlio, gli ho dato tanto ed è cresciuto molto. Mi ricordo ancora il giorno del suo esordio, era un po' giù di morale per le critiche ricevute ma gli dissi di rimanere tranquillo. Insieme ne abbiamo passate tante ed ora ha già vinto il suo primo trofeo".

Su Toni: "Se giocheremo per lui? Giochiamo per la squadra, questa è la cosa migliore ed anche la più bella. Toni è lì, concorre per la classifica cannonieri, ci può stare vedere tanti gol in una partita e speriamo che domani vada così".