Commenta per primo

Oltre al mercato europeo, che ha vissuto un'estate caldissima, anche in Argentina negli ultimi mesi (invernali) ci sono stati molti movimenti di mercato, la maggior parte dei quali in prestito.

Il River Plate ha preso Juan Pablo Carrizo dalla Lazio e Mariano Pavone dal Betis. Il Boca ha cambiato il portiere e ha allestito una difesa nuova. Il Racing ha cambiato poco, mantenendo in pratica la stessa squadra della scorsa stagione. La scommessa è il colombiano Giovanni Moreno. L'Indipendiente ha rimpatriato German Pacheco, dall'Atletico Madrid, una giovane promessa che ancora non si è realizzata. Anche Guillermo Pereyra e Diego Placente sono tornati dall'Europa, per rinforzare il San Lorenzo.

Il vincitore del Clausura 2010, l'Argentinos Juniors, ha perso giocatori di qualità e si è rinforzato spendendo poco, con l'inserimento di alcuni giovani. Il neopromosso Quilmes ha rinnovato completamente la squadra, con 22 giocatori, mentre il Tigre è stato il secondo club nella classifica di chi ha comprato di più, con 15 acquisti. Per il Velez solo due nuovi arrivi: Fernando Ortiz, al posto del partente Nicolás Otamendi, e Augusto Fernández, con dei trascorsi recenti in Francia.

Il campionato argentino, infine, ha perso giocatori importanti. Nicolas Gaitan ha lasciato il Boca per il Benfica. Mauro Boselli, capocannoniere dell'ultimo torneo, e Marcos Angeleri, hanno lasciato l'Estudiantes per la Premier League (Wigan e Sunderland). Il Velez ha ceduto il 50%  del cartellino di Nicolas Otamendi al Porto per 4 milioni di euro. Due giocatori molto promettenti, come Ezequiel Munoz e Facundo Bertoglio, sono passati al Palermo e alla Dinamo Kiev.