Commenta per primo
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, parla a Sky Sport del momento che sta vivendo la squadra nerazzurra: "Atalanta favorita per la Coppa Italia? Sono andate fuori le prime 3 del campionato, siamo rimasti in 4 e tutti sperano nella vittoria. Un fioretto se l'Atalanta vince la Coppa Italia? Facciamo un giro in bici, da Zingonia a Bergamo... (ride, ndr). La vittoria sulla Juventus? E' una grande soddisfazione, abbiamo regalato questa gioia al presidente. Poi per al pubblico e alla città che aspettava questo risultato, ci siamo regalati una bellissima serata. Il nostro segreto? Non esistono segreti, ma una combinazione di elementi. Siamo abbastanza consolidati, ci conosciamo da alcuni anni, abbiamo una società seria e un grande pubblico".

SUL SUO FUTURO - "La società vorrebbe blindare il mio futuro? Gli allenatori hanno dei cicli più o meno lunghi, ma quello che conta è la società. Il quarto posto? In questo momento mi pare ci siano 9 squadre che possono lottare nel giro di pochissimi punti. A 17 giornate dalla fine con pochi punti di distanza tutti possono sperare. C'è il Milan, la Roma, il Torino, la Fiorentina, la Samp, tutte piazze importanti che si sono rinforzate, sarà una battaglia dura. Tra 6-7 giornate avremo le idee più chiare".
SUL MERCATO - "Il mercato? In questo mese l'Atalanta è stata abbastanza statica, davanti siamo rimasti scoperti, anche numericamente potevamo fare qualcosa. Ci manca almeno un giocatore. E' un reparto che nel periodo decisivo diventa fondamentale. Se ho mai avuto paura di perdere Ilicic? La società in questo senso è stata chiara: non avrebbe venduto i pezzi importanti, era abbastanza chiaro".