Commenta per primo
Sventola bandiera nerazzurra sulla zattera un po' traballante del calcio italiano. Sia in campo che sul mercato, è l'Inter a dominare. Mentre in Serie B e in Lega Pro molte società fanno fatica a pagare lo stipendio ai calciatori e in Serie A grandi storiche come Milan e Juventus si preparano all'ennesimo mercato all'insegna del risparmio, Massimo Moratti ("lo sceicco del calcio italiano", copyright Fedele Confalonieri) si appresta legittimamente a effettuare una nuova campagna acquisti in grande stile, per rendere ancora più grande la sua creatura. Capitolo allenatore: per convincere José Mourinho a restare, il patron nerazzurro sembra disposto a fare follie economiche, proponendogli un nuovo cospicuo rinnovo di contratto. Nel caso in cui lo Special One dovesse decidere comunque di lasciare Milano, l'Inter ha già pronta l'alternativa: Rafa Benitez, 'soffiato' alla Juventus proprio in virtù del differente potenziale economico delle due società. L'unico ostacolo all'operazione è costituito dalla grana della rescissione del contratto fra il tecnico spagnolo e il Liverpool. Se la questione dovesse protrarsi troppo a lungo, l'alternativa è pronta: Sinisa Mihajlovic. Per quanto riguarda il mercato calciatori, invece, il grande (e realizzabile) obiettivo è Steven Gerrard, per il quale i penta-campioni d'Italia sarebbero disposti ad assecondare la richiesta dei Reds, che è di almeno 35 milioni di euro. Gerrard potrebbe essere un'ulteriore carta per tentare di convincere Mou a restare, ma anche a Benitez certo non dispiacerebbe portarsi dietro il centrocampista da Anfield Road. Dopo Gerrard, l'altro grande obiettivo è Carlitos Tevez, la cui attuale tregua con Roberto Mancini al Manchester City e più diplomatica che di fatto, in attesa di vedere cosa succederà sul mercato. Sul mercato italiano, infine, l'Inter punterà a rinforzare soprattutto la difesa: per Andrea Ranocchia è praticamente fatta, per Leonardo Bonucci quasi, mentre torna a crescere l'interesse per Aleksandar Kolarov.