30

Gli acquisti di D'Ambrosio e, soprattutto, di Hernanes, soddisfano i tifosi dell'Inter e il presidente Erick Thohir, che dichiara: "Il nostro obiettivo era incrementare il tasso tecnico e migliorare la nostra capacità di essere competitivi dentro e fuori dal campo, e io credo che in quest'ottica questo sia stato un buon inizio". Ma sarà altrettanto contento anche Walter Mazzarri, il cui desiderio principale, per la sessione di mercato che si è conclusa ieri sera, era un grande attaccante? Una punta per l'Inter: è l'argomento del quale tutti gli operatori di mercato hanno parlato, a partire da novembre per finire con le ultime battute della campagna di trasferimenti invernale.

Diamo un'occhiata al parco attaccanti dell'Inter. Mazzarri ora può contare sul goleador stagionale Rodrigo Palacio, che dopo un avvio di stagione da urlo nelle ultime partite è sembrato un po' appannato sotto rete, per via ovviamente della fatica accumulata nel dover reggere, praticamente da solo, il peso dell'attacco nerazzurro da settebre a oggi; sul Principe Diego Milito, alle prese con un'altra stagione segnata dagli infortuni; sul rebus Maurito Icardi, di cui negli ultimi mesi abbiamo letto il nome più sulle pagine di cronaca rosa che sul tabellino dei marcatori; e, infine, sulla scommesse Ruben Botta. Il deludente Ishak Belfodil, invece, è stato dirottato a Livorno.

Alla luce di questo quadro, siamo sicuri che all'Inter, oltre a Hernanes e D'Ambrosio, non sarebbe servito anche uno fra Lavezzi (il sogno di Mazzarri), Osvaldo (la seconda scelta del tecnico nerazzurro) o Vucinic (che il tecnico di San Vincenzo avrebbe accolto a braccia aperte)? Invece, per quanto riguarda il reparto offensivo, alla voce arrivi figura solo il nome del 19enne peruviano Andy Polo, che si aggregherà alla Primavera...

 

Get Adobe Flash player