Commenta per primo

L’avvento di Mihajlovic ha trasformato la difesa della Sampdoria. Il passaggio dalla linea a tre di Delio Rossi a quella a quattro ha ridato serenità e robustezza al reparto, evidenziando anche le qualità dei singoli. De Silvestri, Mustafi, Gastaldello e Regini sono i titolari inamovibili, il giovane Michele Fornasier è l’alternativa che più piace al tecnico, che in allenamento lo tiene sotto stretto controllo. Questa potrebbe essere la base su cui costruire la squadra del futuro, ma attenzione al mercato.

OCCHI ESTERI SU MUSTAFI - La chiamata in Nazionale maggiore e lo straordinario rendimento di Shokdran Mustafi ha attirato i grandi club esteri sul giovane centrale. Il Borussia Dortmund ha già inviato alcuni osservatori e dall’Inghilterra si parla del Liverpool come club fortemente interessato. Arrivato a parametro zero dall’Everton rappresenterebbe una super plusvalenza da segnare a bilancio, ma la sua partenza lascerebbe un vuoto difficile da colmare. Se l’asta non arriverà a cifre astronomiche il club blucerchiato potrebbe decidere di fare uno sforzo e tenerlo a Bogliasco per un'altra stagione.

IL 'VIOLA' DE SILVESTRI - In bilico c'è anche il futuro di Lorenzo De Silvestri, uno dei pochi a distinguersi in positivo anche con Delio Rossi. Dominante sulla fascia destra sia in fase di spinta che in copertura è uno dei pilastri della squadra. Il prestito dalla Fiorentina terminerà a fine stagione, il riscatto della metà viola del cartellino è fissato ad una cifra vicina ai 2 milioni di euro, ma i viola al momento nel ruolo sono scoperti e potrebbero alzare notevolmente le pretese.

LA A CORTEGGIA REGINI - A sinistra c’è Vasco Regini interamente di proprietà della Sampdoria dopo le lunghe trattative con l’Empoli della scorsa estate. Mesi fa per lui si parlava di grandi club, Milan e Juve su tutti, il ragazzo sta dimostrando grandi qualità, la Sampdoria non lo cederà anche perché al momento gli interessati di agosto non si sono più fatti vivi. Tanti dubbi, un'unica certezza: al momento l’unico sicuro di restare in blucerchiato è il solo Daniele Gastaldello.