30
Nella lista dei convocati c'è anche il suo nome: Daniel Maldini. Il figlio di Paolo, direttore del Milan, leggenda rossonera, oggi, alle 18, sarà puntualmente a Milanello per il primo allenamento dell'era Giampaolo. Il nuovo allenatore rossonero oggi si confronterà con parte dello spogliatoio dei big (anche se molti sono ancora in ferie, vedi Cutrone, o a giocare, vedi Kessie, o hanno appena finito la Coppa America, vedi Paquetà) e vedrà tanti giovani. Tra i quali il numero 10 della Primavera rossonera. 

IN RITIRO - Classe 2001, una stagione positiva a livello personale in una negativa a livello di squadra, Daniel si allenerà con i grandi. Ma cosa ha in mente il Milan per lui? L'idea, secondo quanto appreso da calciomercato.com, è quella di tenerlo, farlo crescere, con calma, in casa. Diversi club in Serie B hanno chiesto informazioni su Maldini jr, Crotone e Spezia su tutti, ma i rossonero, per il momento, non valutano il prestito in Serie B. 

LA STRATEGIA - Il cognome pesa, le aspettative anche. Si vuole studiare il percorso giusto per quello che è considerato uno dei maggiori talenti del vivaio rossonero: per ora, quindi, al lavoro sotto gli occhi di Giampaolo. Tra un mese, poi, si faranno le definitive valutazioni. Le farà il nuovo allenatore, le farà Boban, le farà il direttore tecnico, Paolo. Paolo Maldini. Papà Paolo. Brillare in estate per crescere in casa, senza essere costretti a cederlo in prestito: questa la speranza del Milan.