98
Dodici finali per guadagnarsi la conferma al Milan. Questa la missione per Kjaer, Musacchio e Duarte che, per motivi diversi, non sono certi di proseguire la loro avventura in rossonero. "Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare" ripeteva Winston Churchill. E lo ripete spesso anche Gordon Singer quando pensa al Milan e alla sua situazione attuale. La scelta di Ralf Ragnick va assolutamente in questa direzione: il manager tedesco vorrebbe un centrale di grande qualità e prospettiva da affiancare a Romagnoli. Probabilmente ne arriveranno due, sono tanti i profili seguiti con grande interesse: Ajer del Celtic Glasgow, Kouassi del Psg, Koch del Friburgo e Milenkovic della Fiorentina.

MURO VIOLA - L’interesse per Nikola Milenkovic da parte del Milan non è certamente un segreto. Il calciatore piace parecchio ai rossoneri, che lo avrebbero chiesto ai viola nell’affare che potrebbe portare Paqueta a Firenze. Sul 22enne c'è anche il Napoli in previsione di una possibile cessione di Koulibaly. Nonostante le trattative per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2022 siano bloccate, la Fiorentina non ha intenzione di cedere il difensore più forte della rosa. Questa l'idea attuale del patron Commisso ribadita più volte all'agente del ragazzo, Fali Ramadani. Una strada potrebbe aprirsi solo mediante un'offerta superiore all'attuale valutazione che si aggira sui 35 milioni. Difficile ma non impossibile: Milenkovic ha già strizzato l'occhio ai rossoneri in una recente intervista alla Gazzetta dello sport: "Voci su Milan e Napoli? Fanno piacere, ma per il futuro c’è tempo".