294
Si chiama Livio Marinelli l'arbitro designato per Milan-Bologna. Partite in Serie A? Dieci. Quindici totali, considerando anche le quattro di B e una di Coppa Italia. Ancora una volta la sfida dei rossoneri è affidata a un quasi debuttante. Tra le dieci gare dirette da Marinelli, la squadra di Pioli era l'unica tra le prime quattro a non aver mai incrociato l'arbitro di Tivoli: l'Inter e il Napoli ce l'hanno avuto due volte per uno - con Venezia e Salernitana i nerazzurri e contro Empoli e proprio Bologna la squadra di Spalletti - la Juve una in campionato (col Verona) e una in Coppa Italia col Sassuolo. 

I QUASI DEBUTTANTI - Prima volta assoluta di Marinelli col Milan, che un mese fa si era lamentato degli arbitri che gli venivano assegnati: "Basta mandarci esordienti, siamo primi in classifica!" aveva tuonato Paolo Maldini dopo il pareggio contro l'Udinese finito tra le polemiche per il gol di Udogie con un tocco di mano. Quel giorno l'arbitro era Matteo Marchetti, che prima della sfida di San Siro aveva cinque partite in Serie A sul curriculum. L'altro episodio che aveva fatto infuriare i rossoneri era quello contro lo Spezia, con tanto di scuse dell'AIA. Ricordate? Messias segna, ma l'arbitro aveva già fischiato per un fallo di Bastoni su Rebic senza concedere il vantaggio, e quindi il gol non è buono. Il fischietto era Marco Serra, cinque gare in Serie A compreso quel Milan-Spezia. Marinelli ha una manciata di partite in più d'esperienza e poco altro. Anzi, una cosa unica c'è: maresciallo dell'Esercito italiano in forza al 7º Reggimento alpini, l'arbitro di Milan-Bologna ha anche partecipato alla guerra in Afghanistan impegnato in una missione di pace.
QUEL DI PAOLO AL VAR... - Al Var, invece, c'è quel Di Paolo che al 91' di Milan-Napoli ha fatto annullare un gol a Kessie per fuorigioco di Giroud, ma la posizione era passiva perché il francese era finito a terra dopo un duello aereo. Massa convalida la rete, sembrava fosse tutto ok. Peccato che poi Di Paolo lo richiama al Var e l'arbitro decide di ribaltare la scelta e annulla il gol del pareggio. Due mesi prima stessa designazione al Var e altro episodio arbitrale contestato dal Milan: l'avversario è il Verona, l'arbitro Prontera; al Var, sempre di Paolo. I rossoneri vincono 3-2, ma vanno sotto di due gol in poco più di 20 minuti con due rigori a sfavore. A far discutere è il contrasto tra Romagnoli e Kalinic con l'arbitro che fischia il fallo del difensore rossonero, ma le immagini evidenziano chiaramente che l'intervento irregolare è dell'attaccante croato. Altro giro altra designazione che potrebbe portare polemiche: Milan-Bologna a Marinelli, un arbitro da 10 partite in Serie A che ha fatto anche una guerra.