85
Un Milan deludente ringrazia ancora una volta Mario Balotelli, che risolve la complicatissima sfida contro il Bologna con una rete capolavoro a quattro minuti dalla fine. I ragazzi di Seedorf riescono così a riscattare il brutto ko di Napoli e arrivano al meglio all'attesissima sfida di Champions Leagiue contro l'Atletico Madrid. Seedorf ripropone dal 1' Kakà e Honda, insieme a Taarabt, dietro Balotelli, ma perde in extremis Zapata, rimpiazzato da Zaccardo. Bologna schierato invece col 3-5-2 con Bianchi e Cristaldo di punta. I rossoneri costringono spesso l'avversario nella propria metà campo ma faticano a calciare verso la porta di Curci, impegnato solo da due conclusioni dalla distanza di Montolivo; i rossoblù si vedono in avanti solo una volta e ci vuole Abbiati per salvare sul colpo di testa di Khrin. Nella ripresa, cresce la squadra di Ballardini, che tra il 60' e il 63' sfiora il vantaggio con Cristaldo, Christodoulopoulos e Bianchi. Seedorf capisce che è il momento di cambiare e sostituisce un pessimo Honda, fischiato da tutto San Siro, con Pazzini e viene premiato solo all'86', quando Balotelli estrae dal cilindro un conclusione improvvisa che sorprende Curci. Finisce così e i rossoneri, che salgono a quota 32 in classifica, possono rituffarsi in Europa con un po' di serenità in più.