271
Non solo Brahim Diaz. Dopo aver chiuso il ritorno dal Real Madrid del talento spagnolo, il Milan prima della fine del mercato regalerà a Stefano Pioli un nuovo trequartista. Un 10 di ruolo, non di numero (finito sulle spalle di Brahim), in grado di alzare il livello, che possa giocare alle spalle della punta o sull'esterno, in un 4-2-3-1. Un giocatore offensivo polivalente, come lo è stato Calhanoglu, che ha scelto di trasferirsi a parametro zero all'Inter. Al quale verrà chiesto di essere un valore aggiunto sottoporta, di portare gol che il turno non ha garantito.

ZIYECH - Maldini e Massara, che hanno già speso circa 60 milioni sul mercato, non hanno fretta, non possono permettersi di buttare via soldi, per questo hanno deciso di prendere tutto il tempo a disposizione. Isco e Coutinho, in uscita dal Real Madrid e Barcellona, sono due profili interessanti, ma estremamente costosi, in termini di cartellino e ingaggio, per questo non possono essere considerate prime scelte. Lo è Ziyech, che prima di andare via vuole conoscere le intenzioni di Tuchel. Il Milan, che ha ottimi rapporti con il Chelsea, spinge per averlo in prestito con diritto di riscatto. 
SORPRESA - Un altro giocatore gradito è Nikola Vlasic, esterno d'attacco croato, in grado di giocare alle spalle di una punta. Il Milan ha già il sì del giocatore, non quello del Cska Mosca, che chiede 30 milioni tra prestito e riscatto obbligatorio. Una posizione rigida, che potrebbe ammorbidirsi con il passare delle settimane, soprattutto se Vlasic continuerà a spingere per la cessione. Sulla lista ci sono anche De Ketelaere del Brugge, Ilicic dell'Atalanta e Sabitzer del Lipsia, ma occhio alle sorprese. Il Milan sta lavorando sotto traccia, non comprerà solo perchè deve farlo. Chi arriverà dovrà davvero fare la differenza.