14
Tutti di nuovo al lavoro. O meglio, quasi tutti. Il Milan si allena in vista della sempre più probabile ripartenza della Serie A. Mancano solo Franck Kessie, ancora in quarantena dopo il rientro dalla Costa d’Avorio, e Zlatan Ibrahimovic, infortunato e di nuovo in Svezia, con la sua famiglia. Allenamenti impegnativi, in vista del tour de force che attenderà la squadra tra giugno e luglio. Ci sono ancora degli obiettivi, importanti, da raggiungere: un piazzamento in classifica con vista Europa, innanzitutto. Poi la Coppa Italia, c’è solo la Juve prima della finale. Il tempo stringe: in queste settimane Stefano Pioli ha tre missioni da compiere, per far rendere il suo Milan al meglio e inseguire così gli obiettivi prefissati.


1. SOPPERIRE ALL’ASSENZA DI IBRA - Non possiamo che partire da qui, dall’assenza (forzata) di Ibra, fuori per almeno un mese, un mese e mezzo. Pioli avrà l’ingrato compito di trovare una quadrature del cerchio senza lo svedese. Possibile lo spostamento di Leao al centro, come punta, con Rebic a girargli attorno. Tra le idee al vaglio anche un possibile cambio di modulo, col ritorno al 4-3-3. Starà al tecnico trovare la formula giusta dal punto di vista tattico. Poi bisognerà sostituire Ibra anche nel suo ruolo di leader e guida del gruppo. Non sarà facile.

Scopri nella gallery le altre missioni di Pioli!