142
19.35 - Niente da fare per la risoluzione di Bakayoko con il Milan: la decisione del centrocampista francese è stata tardiva, non ci sono i tempi tecnici per perfezionare l'operazione, considerando anche il coinvolgimento del Chelsea.

Il Milan e Tiémoué Bakayoko sono ai titoli di coda, ma la separazione non è scontata. Il centrocampista francese ha deciso di risolvere il contratto che lo lega ai rossoneri fino al 30 giugno 2023, termine ultimo del prestito dal Chelsea, il che permetterebbe al Diavolo di risparmiare gran parte dello stipendio dell'ex Monaco: ma è corsa contro il tempo.

POCO TEMPO - Le procedure per la risoluzione infatti hanno tempistiche più lunghe del normale, considerato il coinvolgimento del Chelsea con il quale Bakayoko ha un contratto fino al 2024. Si prova il tutto per tutto, ma il tempo stringe per l'operazione: ricordiamo che la finestra di mercato in Italia chiude alle 20, mentre per la Premier League la deadline sono le 23 locali (mezzanotte italiana).